Emergenza Ucraina, il Comune già al lavoro

Dopo l’incontro con le famiglie ucraine residenti a Sora, che si è svolto stamani, il Sindaco Luca Di Stefano e l’Assessore alle Politiche Sociali Naike Maltese si sono subito messi al lavoro per rendere concreta la vicinanza della città di Sora alle popolazioni colpite dalla guerra.

Data di pubblicazione:
01 Marzo 2022
Immagine non trovata

Dopo l’incontro con le famiglie ucraine residenti a Sora, che si è svolto stamani, il Sindaco Luca Di Stefano e l’Assessore alle Politiche Sociali Naike Maltese si sono subito messi al lavoro per rendere concreta la vicinanza della città di Sora alle popolazioni colpite dalla guerra.

Da domani i cittadini ucraini potranno rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali, in Corso Volsci, n.1, che sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.00, ed il lunedì e giovedì pomeriggio, dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Gli utenti troveranno ad accoglierli gli assistenti sociali ed uno psicologo che offrirà il suo supporto specializzato tutti i giovedì, dalle ore 11.00 alle ore 15.00.

Negli stessi orari di apertura al pubblico, l’Ufficio Servizi Sociali resta a disposizione anche telefonicamente ai seguenti recapiti: 0776/828025 – 26 – 27.

Il Sindaco Di Stefano e l’Assessore Maltese comunicano che la donazione di beni di prima necessità in favore della popolazione ucraina può essere effettuata presso la sede della Protezione Civile di Sora, in Via Attilio Roccatani.

L’iniziativa benefica è nata dalla sinergia tra il Comune, la Protezione Civile, la Pro Loco e l’Associazione culturale “Iniziativa Donne”. Il punto raccolta sarà aperto al pubblico mercoledì 2, giovedì 3, venerdì 4 marzo, dalle ore 15 alle 19, sabato 5 e domenica 6 marzo, dalle ore 10 alle ore 19. Sarà possibile donare prodotti alimentari a lunga conservazione (es. latte, biscotti, cibo in scatola), prodotti per l’igiene personale (es. pannolini, assorbenti, salviettine intime), nuovo o usato in buono stato, lavato e sottovuoto (coperte, vestiti, giacche).

A breve, inoltre, sarà comunicato un apposito conto corrente dedicato dove sarà possibile fare donazioni per fronteggiare l’emergenza causata dal conflitto in corso.

Ultimo aggiornamento

Sabato 21 Maggio 2022