Tutela del benessere dei Cani e dei Gatti

Data di pubblicazione:
28 Dicembre 2021
Tutela del benessere dei Cani e dei Gatti

– REGOLAMENTO PER IL BENESSERE E LA TUTELA DEGLI ANIMALI –

CAPITOLO III
DETENZIONE E TUTELA/BENESSERE DEGLI ANIMALI

Art. 7
Prescrizioni per la tutela del benessere dei Cani e dei Gatti

1. Ferme restando le norme in vigore e le prescrizioni generali per la tutela del benessere degli animali da affezione di cui all’articolo precedente:
a. i recinti e i box in cui sono custoditi cani e gatti di proprietà devono avere dimensioni tali da consentire il rispetto del benessere animale e comunque possedere requisiti almeno equivalenti a quelli previsti dalla normativa regionale in materia di tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo;
b. è vietato l’utilizzo del collare a strozzo, detto anche a scorrimento completo, fatta salva la necessità di utilizzo nei casi di adempimento di un dovere (per es. forze dell’ordine, soccorso) o per ragioni di sicurezza o tutela dell’incolumità pubblica o in caso di necessità. Il divieto di utilizzo del collare a strozzo, con le deroghe previste, si applica trascorso un periodo di 6 mesi dall’entrata in vigore del presente Regolamento.
Il trasgressore è punito con sanzione amministrativa, ai sensi del presente Regolamento.
c. i gestori degli esercizi commerciali e degli altri luoghi aperti al pubblico non posizionano sulle soglie o in altre aree esterne ciotole con acqua, per l’abbeveramento occasionale dei cani, ma le rendono disponibili a richiesta.

STERILIZZAZIONE GATTI E CANI

Sterilizzare il proprio amico a quattro zampe può evitare 70.000 nuovi randagi: questo è il numero di discendenti che un gatto o un cane può generare in soli sei anni.

Troppo spesso, infatti, le cucciolate “casalinghe” finiscono per alimentare, seppur indirettamente, la schiera di cani e gatti vaganti, o ne ostacolano la possibilità di trovare una nuova dimora.

Intervento ormai di routine, la sterilizzazione pone il gatto al riparo da una serie di patologie infettive e virali (FIV-immunodeficienza, paragonabile all’AIDS; FeLV-leucemia felina), che si trasmettono attraverso la lotta o l’accoppiamento con gatti affetti da tali patologie. E sia nei cani che nei gatti riduce l’incidenza di forme tumorali alla mammella, all’utero o alla prostata.

Il costo, inoltre, è relativo a una sola volta nella vita dell’animale: decisamente inferiore a quanto potrebbe costare mantenere mamma e cuccioli, o curare le malattie cui se non sterilizzato potrebbe andare incontro.

Per quanto riguarda il nostro Territorio, la sterilizzazione può avvenire presso Ambulatori privati del proprio Veterinario di fiducia, oppure presso gli Ambulatori veterinari dell’ASL, situati in Via Piemonte.

È possibile contattare il numero 0776-833316 oppure recarsi presso l’Ambulatorio veterinario nei seguenti giorni:

LUNEDI’: DALLE ORE 16.30 ALLE ORE 18.30

MERCOLEDI’: DALLE ORE 16.30 ALLE ORE 18.30

SABATO: DALLE ORE 10.00  ALLE ORE 12.00

È bene ricordare che oltre alla sterilizzazione è possibile effettuare anche cicli di vaccinazione e chippatura.

Ultimo aggiornamento

Martedi 05 Luglio 2022